Skip to content

5 consigli essenziali per un turismo rurale sostenibile e responsabile

 

Il turismo rurale sta prendendo sempre più forza nel nostro Paese e si manifesta in ogni ponte, festival o stagione di vacanza. Ed è che in Spagna abbiamo un’ottima base di destinazioni per una vacanza nella natura, ma non sempre diamo un uso adeguato a questo ambiente rurale.

In questo post vogliamo ricordare alcuni buoni consigli per un turismo rurale sostenibile, responsabile ed ecologico, in modo che tu possa goderti le tue vacanze il più possibile mentre impari a valorizzare le cose più elementari ed essere un turista attivo esemplare.

Consigli per un turismo rurale sostenibile

Ci sono molte buone pratiche che si possono mettere in atto per realizzare un turismo che rispetti l’ambiente e se ne prenda cura affinché duri per le generazioni future.

Ma nonostante sembrino un consiglio scontato, oggi è ancora necessario continuare a sensibilizzare i turisti che si recano nelle zone rurali.

Quali sono i principali consigli da seguire per diventare un turista sostenibile?

1. Scegli una buona destinazione

Dopo le destinazioni più gettonate, abbiamo innumerevoli angoli rurali in tutto il paese.

Provate quindi a scegliere una meta rurale meno affollata o meno conosciuta, indagate su percorsi meno battuti e perdetevi in ​​angoli sconosciuti esplorando autentici gioielli della natura che non tutti conoscono!

Quindi, se non hai ancora prenotato la tua prossima vacanza, dai un’occhiata a siti web come Clubrural, dove puoi trovare una casa rurale adatta a te ovunque in Spagna, oltre a una moltitudine di suggerimenti e idee affinché le tue vacanze in campagna procedano senza intoppi.

  Come scegliere la tua valigia per viaggiare sui voli low cost

Non hai ancora scelto il tuo?

Seleziona prima la destinazione e poi scegli una buona sistemazione che rispetti il ​​più possibile l’ambiente.

Sicuramente ci sono innumerevoli paesini affascinanti che non hai ancora visto, con un ricco patrimonio storico, paesi dove si mangia meravigliosamente e dove i prezzi sono ben al di sotto di quelli delle mete più ambite.

Praticamente tutte le nostre province spagnole ne hanno diverse. Hai il coraggio di scoprirli?

fare turismo rurale

2. Scegli la data migliore

Anche se non tutti i viaggiatori possono ottenerlo, ogni volta che ne hai l’opportunità, prova a viaggiare in bassa o media stagione. In questo modo potrai goderti ogni luogo con più calma, senza fretta, code o ingorghi quando ti muovi.

Quindi pianifica il tuo viaggio fuori stagione e visita luoghi e siti che altrimenti sarebbero più difficili da vedere.

Lo stesso luogo può offrirti un’esperienza molto diversa a seconda delle date e delle condizioni in cui lo visiti.

C’è qualcosa di meglio che attraversare un luogo con calma e fermarsi a godersi ogni punto?

3. Integrare

Il turismo rurale fa parte del turismo attivo e di solito, il viaggiatore che si reca in un ambiente rurale, non intende solo riposarsi, ma anche scoprire cose, conoscere persone, provare nuovi piatti, assistere a originali feste popolari, conoscere il patrimonio sociale, la cultura e la storia.

Pertanto, partecipa alle usanze locali, parla con le persone che incontri e chiedi loro cosa consigliano, come è vivere lì o qualsiasi preoccupazione tu abbia.

Scopri le singolarità del luogo, cosa puoi vedere e fare lì, quali sono i posti migliori per degustare prodotti locali e tradizionali, che tipo di prodotti producono, dove acquistarli, ecc.

Insomma, non abbiate paura di integrare e creare un rapporto reciproco tra visitatore e locale!

4. Optare per prodotti e servizi locali

Abbiate il coraggio di visitare i negozi e i mercati della zona, scoprire quali hanno i produttori tipici e come sono fatti. Probabilmente troverai prodotti artigianali unici o alimenti biologici di alta qualità che di solito non si trovano nei grandi supermercati.

Con questa azione, oltre a collaborare allo sviluppo e alla ricchezza locale del luogo (non dimenticare che il turismo genera occupazione diretta), avrai l’opportunità e il piacere di assaporare prodotti unici ed esclusivi.

Chiedi come sono fatti i loro prodotti artigianali, quali sono le loro origini e quali lavorazioni seguono, sicuramente imparerai molte cose interessanti!

turismo domestico sostenibile

5. Attenzione ai rifiuti e all’inquinamento!

Questo è il punto più ovvio e più importante. Ma purtroppo non tutti i viaggiatori sanno fare turismo sostenibile e responsabile..

Ci sono tante abitudini che non costano nulla e che senza dubbio aiutano a mantenere, curare e rispettare l’ambiente, la cultura locale e le risorse naturali di cui disponiamo.

Ad esempio, se stai percorrendo un percorso, porta sempre nello zaino una borsa ecologica. Lì puoi gettare rifiuti alimentari, fazzoletti, plastica. e tutto ciò che può alterare l’ambiente. Anche resti di altri viaggiatori che non si sono presi la stessa cura.

Allo stesso modo, utilizzare i percorsi segnalati e rispettare le regole dei sentieri (convivenza con animali, uso delle risorse.). In conclusione, lascia la natura così com’è e cerca di non cambiare nulla.

Se quello che hai intenzione di fare è un lungo viaggio, opta per il mezzo di trasporto meno inquinante. Che ne dici di spostarti con i mezzi pubblici o in bicicletta? Anche molte volte non ci rendiamo conto che la distanza potrebbe essere coperta perfettamente camminando nella natura.

Scegliendo questi mezzi di trasporto, aiuterai a ridurre le emissioni di CO2, potrai anche fare esercizio e sarà sicuramente più economico!

Conclusione

In conclusione, fare turismo dell’entroterra o turismo rurale ecologico coinvolge molte cose, che non sono solo dormire in un alloggio situato in campagna o in un piccolo centro.

È un tipo di turismo rispettoso della natura, dell’economia e delle comunità locali. Oltre a un piccolo contributo da parte vostra alla continuità dello sviluppo di queste aree.

Va da sé che sullo sfondo di un viaggio di queste caratteristiche c’è sempre il godimento della natura, delle attività all’aria aperta, della gastronomia, della cultura, del tempo libero, del riposo, del tempo in famiglia e della conoscenza di nuovi angoli.

Quindi ora sai, prepara lo zaino da viaggio e goditi paesaggi, ambienti unici e le loro persone e costumi.

Infine, dopo aver esaminato questi suggerimenti per un turismo rurale sostenibile e averli seguiti durante la tua vacanza in campagna, non dimenticare di condividerli e incoraggiare altri viaggiatori a svolgere le stesse pratiche. 

Prenota qui il tuo volo