Skip to content

Cosa fare e cosa vedere a Zahara de la Sierra

 Zahara de la Sierra è un bel comune della Sierra di Cadice, situato al centro del Parco Naturale della Sierra di Grazalema, ai piedi della Sierra del Jaral, tra il fiume Guadalete e il fiume Bocaleones, e sulle rive del lago artificiale di Zahara-El Gastor. Fa parte dell’itinerario dei Villaggi Bianchi.

Il villaggio di Zahara de la Sierra si estende sul fianco di una piccola montagna, coronato da un castello con la sua Torre del Homenaje e vicino al grande serbatoio di Zahara-El Gastor. Le sue meravigliose attrazioni naturali e storico-artistiche lo hanno reso degno di essere dichiarato Sito Storico. Le sue strade sono un labirinto, con le sue belle case imbiancate a calce, i balconi fioriti e i punti di vista spettacolari sulle montagne. Dalla piazza, una rampa acciottolata sale fino alla cima del castello, uno straordinario balcone panoramico che domina tutto il paese, adattato al terreno e con un’ampia vista sulle acque del bacino, la valle del Guadalete e le montagne che si ergono di fronte, verso Algodonales.

Il comune di Zahara de la Sierra è composto da quattro centri abitati: Zahara, Arroyo Molinos, Bocaleones e Las Casas.

Storia di Zahara de la Sierra

Il comune di Zahara de la Sierra fu fondato durante il periodo musulmano. Di questo periodo, oltre al tipico tessuto urbano andaluso, si conservano il Castello di Zahara de la Sierra del XIII secolo e la sua recuperata Torre del Homenaje, così come i resti della Villa Medievale con tratti di mura. Zahara de la Sierra fu conquistata dai cristiani nel loro processo di conquista del Regno di Granada. Oggi è uno dei comuni più significativi della Strada dei Villaggi Bianchi.

  Wideroe, l'aerolinea regionale norvegese

Cosa vedere a Zahara de la Sierra

Ci sono diversi luoghi da evidenziare tra il patrimonio di Zahara de la Sierra, anche se i più significativi sono i seguenti:

Chiesa di Santa María de la Mesa: Dichiarata bene di interesse culturale, in stile barocco del XVIII secolo, è un eccellente esempio di architettura religiosa andalusa.

Eremo di San Juan de Letrán: del XIX secolo. A navata unica, la sua porta principale è un ampio arco semicircolare coronato da tre campanili, che ospitano le campane fuse. È dedicato a Nuestra Señora de los Dolores, patrona di Zahara de la Sierra.

Torre dell’orologio: attaccata all’eremo possiamo vedere questa torre che un tempo era il campanile.

Centro di Interpretazione del Villaggio Medievale: Questo è uno spazio espositivo che offre uno sguardo alla storia di Zahara de la Sierra, concentrandosi sul tema dello Spazio Rituale, e si trova nell’edificio dell’antica Iglesia Mayor, che fu una moschea nel periodo musulmano.

  Quale bagaglio è permesso sulla compagnia aerea Level?

Come attrazione naturale dobbiamo menzionare due importanti:

Punto di vista di Zahara de la Sierra: Da questo punto di vista si può contemplare la Sierra de Líjar, il embalse di Zahara-El Gastor, il comune di Olvera con il suo castello arabo, il Tajo Algarín dove troviamo ai suoi piedi il comune di El Gastor. Si può anche vedere come il paesaggio umido che circonda Zahara de la Sierra si trasforma gradualmente in un ambiente più secco che caratterizza i comuni di Algodonales, Setenil de las Bodegas, Olvera e Alcalá del Valle, a Cadice.

La Playita: Una particolare zona balneare circondata da alberi da frutto nella zona ricreativa di Arroyomolinos, sulle rive del embalse di Zahara-El Gastor e a circa 5 km dalla città di Zahara de la Sierra.

Cosa fare a Zahara de la Sierra

Un buon piano, senza dubbio, è quello di camminare attraverso ciascuna delle stradine del villaggio di Zahara de la Sierra, vedere tutti i suoi bellissimi edifici e finire guardando il tramonto. Vi possiamo assicurare che guardare le luci che si accendono gradualmente nelle strade crea un ambiente ideale e molto romantico che vi eclisserà.

  Air Dolomiti: l'aerolinea italiana per viaggiare con stile e comfort

Potete finire o iniziare la vostra giornata di visite alla spiaggia artificiale. Oltre a una buona nuotata, se decidete di approfittare di questo lago nel pomeriggio, potrete godervi l’acqua limpida delle montagne, un incredibile tramonto e finire guardando la luna e il riflesso degli alberi che iniziano a simulare l’acqua in tonalità di rosa.

I paesaggi del comune sono perfetti per l’escursionismo, l’equitazione, la speleologia e il canyoning.

Proponiamo il seguente gruppo di attività legate al turismo rurale:

Zona ricreativa di Arroyomolinos: Situato ai piedi della Sierra de Monte Prieto, dove, sfruttando il letto del fiume, è stato creato un lago per la balneazione. Ha bagnini, un ristorante-bar, un bar sulla spiaggia e tavoli pubblici all’ombra.

Percorso della Gola Verde: Il percorso si snoda lungo un canyon che diventa sempre più stretto, fino al sorprendente Eremo della Garganta, una gigantesca grotta naturale dove i fenomeni geologici hanno modellato nella roccia calcarea un sorprendente recinto di stalattiti e stalagmiti dalle tonalità cangianti.

Sentiero segnalato El Pinsapar: Uno dei percorsi più attraenti è quello che porta da Zahara de la Sierra al passo di montagna di Las Cumbres e El Pinsapar, attraversando il paesaggio unico della foresta di abeti spagnoli, la rara specie di alberi che si trova solo nelle catene montuose di questi dintorni.

  7 cose da fare nella provincia di Cadice con i bambini

Salita al Torreón: Questa è la cima più alta della provincia di Cadice e ha un carattere roccioso. È lungo 7,5 km, di media difficoltà e richiede tra le 4 e le 5 ore per essere completato. Per ragioni ambientali questo percorso è chiuso dal 1° giugno al 31 ottobre.

Percorso del Salto del Cabrero: Questo percorso non richiede un grande sforzo fisico, ma fa venire voglia di camminare per alcuni chilometri in un ambiente unico. La sua difficoltà è quindi bassa, è un percorso lineare, ha una distanza di 7,1 km e una durata di circa un’ora.

Uno dei modi per conoscere la Sierra de Grazalema è il canyoning, che di solito dura circa una mattina e vi permetterà di godere di una varietà di paesaggi spettacolari. Inoltre, potrai conoscere la Riserva Naturale della Sierra di Grazalema da un’altra prospettiva.

Feste tradizionali a Zahara de la Sierra

A Zahara de la Sierra si può godere di alcune delle feste che si svolgono per rendere la vostra visita più interessante.

  Il passeggino è dotato di una borsa per il trasporto o di una custodia protettiva?

Corpus Christi: Celebrata da più di 500 anni e dichiarata festa di interesse turistico nazionale. Gli abitanti di Zahara de la Sierra preparano fiori decorati, carici e palme. Si comincia con la messa nella chiesa di Santa María de la Mesa.

Rievocazione storica della presa della città di Zahara: commemora la conquista cristiana definitiva nel 1483, e si tiene il terzo fine settimana di ottobre.

Altre feste importanti sono il Carnevale di Zahara de la Sierra e la Festa dei Santi Patroni San Simón e San Judas Tadeo (onomastico dei santi patroni della città che coincide con l’anniversario della presa di potere dei castigliani).

Gastronomia e artigianato a Zahara de la Sierra

La gastronomia si basa sulla produzione offerta da queste terre, con un eccellente olio extravergine di oliva della varietà manzanilla, che veste le migliori tavole e piatti di cucina casalinga come farinata, frittate e stufati di asparagi, tagarninas, bietole con ceci, sopa tostá, oltre a salumi e dolci come la gelatina di cotogne. In termini di pasticceria, i più notevoli sono i suspiros (meringhe) e i gañotes (pasticcini fritti di mandorle e cannella).

Alcune tradizioni artigianali locali sono ancora mantenute, come la cesteria, la canna, l’erba di sparto e i cesti fatti con rami d’ulivo, insieme alla ceramica e alla pelletteria.

  3 giorni a Santa Cruz de la Palma: il paradiso nascosto delle Canarie ti aspetta!

La città dove è stata girata ‘Feria’, la serie di Netflix

Il villaggio di Zahara de la Sierra è diventato il protagonista inaspettato di questa fiction su due sorelle che scoprono che i loro genitori scomparsi potrebbero essere stati i leader di una setta in cui è appena avvenuto un suicidio di gruppo. Le strade e le case di Zahara de la Sierra contribuiscono a creare un’atmosfera tesa e intrigante durante la stagione. Di conseguenza, le ricerche su Google per scoprire dove è stata girata la serie superano di gran lunga le ricerche per la trama.

Le riprese hanno influenzato positivamente la vita del posto. Zahara de la Sierra è una città molto turistica, circa il 90% dei suoi abitanti vive di attività legate a questo settore, ea quel tempo era praticamente chiusa a causa della crisi sanitaria. “Non potevamo muoverci in Spagna, gli hotel erano chiusi e c’era poco lavoro. Ma durante i due mesi di riprese hanno assunto molte persone per lavori come manovali, agenti, sorveglianza o nella propria ristorazione”. Spiega il sindaco.

Prenota qui il tuo volo