Skip to content

Cosa vedere a Minorca in 2 giorni (8 cose da non perdere)

 

Minorca, un gioiello situato nel Mar Mediterraneo, con alcune delle migliori spiagge e calette del nostro paese, con un incredibile patrimonio naturale, un ricco passato storico e così apprezzato dai turisti, che in estate la sua popolazione raddoppia. Potresti preparare la tua prossima vacanza in questa meravigliosa isola, sia per un fine settimana che per più giorni. Ma quali sono le cose da non perdere? Cosa vedere a Minorca in 2 giorni?

Di seguito facciamo un breve elenco degli 8 elementi essenziali della seconda isola più grande per estensione delle Isole Baleari, sia che tu visiti Minorca in 48 ore o per un viaggio più lungo.

Cosa vedere e fare a Minorca in due giorni

Anche se visitare Minorca in un fine settimana può essere un po’ affollato, è possibile vedere i luoghi essenziali e catturare la vera essenza dell’isola in così poco tempo.

Prima di tutto, la nostra raccomandazione se hai intenzione di viaggiare a Minorca da solo, è di viaggiare con un’auto a noleggio, e quindi vedere quante più cose possibili.

Ma anche prenotare in anticipo alloggio, volo, attività, ristoranti e tutto ciò che prevedi di fare. Soprattutto in estate, quando questa destinazione è una delle più gettonate, sia per il turismo nazionale che internazionale. 

Allora, cosa visitare a Minorca? Mare, storia, gastronomia, villaggi bianchi, calette, tramonti, attività acquatiche, le migliori spiagge di Minorca.

Visita Mahón

Che ne dici di iniziare il tour di Minorca nella sua capitale? Probabilmente è un’ottima idea se arrivate in aereo, dato che dista solo 9 km.

Mahón è una città affascinante, con solo 30.000 abitanti, circondata dal parco naturale s’Albufera d’Es Grau, nota per le sue case georgiane in stile britannico, per il ricco formaggio Mahón e per il suo porto marittimo, uno dei più grandi del mondo. 

È possibile visitare il Museo di Minorca, dove sono esposte opere d’arte e vengono organizzati vari eventi. Ma puoi anche visitare la Fortezza di Isabel II, i Castillos de San Felipe

O semplicemente goditi una passeggiata per le sue bellissime strade e piazze, attraverso le quali sono passate diverse civiltà, lasciando una vasta eredità culturale. Spiccano la Chiesa di Santa María, la Iglesia del Carmen, la Iglesia de la Concepción, l’edificio Pescadería, la Casa Mir e l’edificio del Municipio, con la sua facciata rinascimentale e il suo famoso orologio.

Visita Biniveca

Dopo aver visto Mahón, ti consigliamo di visitare Biniveca, una delle città più pittoresche dell’isola di Minorca e una delle sue maggiori attrazioni turistiche. Si trova a soli 11 km dall’aeroporto ea 15 km da Mahón.

Senza dubbio vale la pena passeggiare per le sue strade di labirintiche case bianche e lungo il molo. E a proposito, perché no, scatta alcune delle migliori foto del tuo weekend a Minorca. Passando per questo luogo essenziale da visitare sull’isola di Minorca, puoi fare un tuffo nella sua spiaggia con acque cristalline, e anche nelle spiagge circostanti, Binisafuller, Binisafua o Binidalí.

Fare il bagno a Son Bou

Quale modo migliore per concludere la giornata che rilassarsi su quelle che si possono definire le migliori spiagge di Minorca.

Se vi state chiedendo cosa fare a Minorca in un fine settimana, un po’ più a nord, ma a brevissima distanza dalla capitale, c’è la spiaggia di Son Bou. È la spiaggia più lunga di Minorca, con 2,5 km di lunghezza. È una delle migliori spiagge da godersi con la famiglia. Una spiaggia da sogno, con la sua sabbia finissima, i fondali chiari e poco profondi, la sua zona di beach bar e servizio bagno.

Se hai il coraggio, sulla spiaggia di Son Bou puoi anche praticare sport acquatici o ci sono anche alcune zone dove è consentito il nudismo.

Vedi Torre d’en Galmés e Torralba d’en Salort

Molto vicino alla spiaggia di Son Bou, si trovano questi due luoghi di interesse dell’isola di Minorca; Torre d’en Galmés e Torralba d’en Salort.

Torre d’en Galmés è la città storica più importante delle Isole Baleari e la sua visita si compone di due parti: il centro di interpretazione e la città talaiotica.

D’altra parte, c’è Torralba d’en Salort, un’altra città storica altamente raccomandata e un altro esempio della cultura talatoitica dell’isola. Entrambi i luoghi si completano a vicenda per costituire una visita culturale all’isola.

Sicuramente avrete visto immagini di entrambi i luoghi, la cui icona sono le taulas, costruzioni megalitiche tipiche delle Isole Baleari, luogo di riti di culto e formate da due grandi blocchi di pietra, uno posto verticalmente e l’altro orizzontalmente posizionato sul primo. Questi sono, senza dubbio, una parte del turismo culturale e storico che puoi fare durante la tua visita a Minorca, nonché due luoghi essenziali per comprendere e approfondire la cultura talaiotica.

Visita Fornells

Fornells si trova nella parte settentrionale dell’isola ed è uno dei luoghi da visitare a Minorca. È una piccola bellissima cittadina costiera che non raggiunge i mille abitanti.

Si consiglia vivamente di passeggiare tra le sue case basse e bianche, il suo centro storico, il suo porto e il suo lungomare. Degne di nota sono anche la Torre de Fornells, Cala Pregonda e Faro de Cavalleria 

Hai un buon appetito? Bene, Fornells è il posto migliore per assaggiare lo stufato di aragosta, il piatto principale dell’isola.

E se anche tu vuoi praticare sport acquatici, nessun problema. Il kayak è una delle attività più popolari a Fornells. Qui puoi divertirti a visitare le sue baie, grotte e grotte. Fai del tuo meglio per svolgere questa attività!

Guarda un tramonto al Faro di Cavalleria

Ti piacerebbe goderti un piano romantico o tranquillo durante il tuo viaggio a Minorca?

Nella parte più settentrionale dell’isola si trova il Faro di Cavalleria, un luogo magico dove si può vedere, probabilmente, il miglior tramonto di Minorca.

Non abbiamo dubbi che questo possa essere uno dei modi più speciali per concludere una giornata turistica. Ecco perché lo proponiamo in questo elenco delle 8 migliori cose da vedere e da fare a Minorca.

Cosa ne pensi dell’idea?

Fare il bagno a Cala Turqueta, Cala Macarella e Cala Macarelleta

E che dire di quelle immagini che non smetti di vedere di calette con acque cristalline a Minorca?

Qualsiasi spiaggia o caletta dell’isola è spettacolare e sono anche una delle principali attrazioni del luogo. Ma sono tre le calette che possiamo mettere in evidenza: Cala Turqueta, Cala Macarella e Cala Macarelleta. Tutti vicini l’uno all’altro.

Insenature vergini, con sabbia bianca e finissima, acque turchesi e circondate da una zona boschiva. Chi dà di più?

Qui puoi fare alcune attività acquatiche, visitare alcuni dei suoi punti panoramici, fotografarli, semplicemente disconnetterti e rinfrescarti o persino noleggiare un percorso in barca attraverso le tre calette.

Una perla naturale! Anche se probabilmente nei mesi estivi di alta stagione, sono anche luoghi affollati di turisti.

Se ti stai chiedendo quali altre baie di Minorca valga la pena visitare, scrivi Cala en Porter, Cala Galdana e Cala Morell, Cala Santadria, Cala en Blanes o Caleta d’en Gorries.

Visita Ciutadella

Naturalmente non si può partire senza prima aver attraversato quello che era il capoluogo dell’isola, ed è attualmente il suo secondo centro urbano, Ciutadella.

Solo passeggiando per Ciutadella ti renderai conto dell’eleganza che emana questa città con la sua aria maestosa.

Da non perdere la sua cattedrale gotica, la Plaza del Borne, il Castello di San Nicolás, la Plaza de la Esplanada, il Museo Municipale di Ciudadela e, naturalmente, il porto marittimo, il luogo più emblematico e fotografato della città.

In breve, scrivi cosa vedere a Minorca in 2 giorni, perché l’isola è di piccole dimensioni ma di incomparabile bellezza.

In questo modo è possibile visitarlo in pochi giorni, anche se l’ideale sarebbe poter staccare il più a lungo possibile in questo paradiso delle Baleari, dato che ci sono tante altre cose da vedere (Faro di Punta Nati, Naveta d ‘es Tudons, Necropoli di Cala Morell, Santo Tomás, Es Mercadal, Villacarlos, Alayor…)

ah!! E non dimenticare di provare i suoi deliziosi vini e i suoi ricchi piatti tipici con ricette mediterranee, dove la zuppa di Minorca, il formaggio Mahón, lo stufato di aragosta, lo stufato di pernice con cavolo cappuccio, la pentola di Minorca, la razza al forno, il cosciotto d’agnello. e dessert come pastisset, crespell o couscoussós.

Sentiti privilegiato se visiterai Minorca e inizia subito a preparare la tua valigia da viaggio!

Prenota qui il tuo volo

  6 cose che dovresti sapere sull'aeroporto di Barcellona